raccolto autunnale

raccolto autunnale

martedì 29 giugno 2010

Una festa in fermento!

All'Oasi di San Benedetto (Lamoli) si è ripetuta la magia del pane e delle verdure fermentate!

Sabato 26 giugno in occasione della festa annuale di aam Terra Nuova Annalisa ha tenuto il laboratorio sul pane ed io sulla fermentazione delle verdure. Il suo pane e le sue schiacciate al solito erano a dir poco fantastiche!

Le verdure che ho portato già fermentate da casa, durante la fase di assaggio, preceduta rigorosamente dall'annusamento hanno destato come sempre sorpresa per il sapore inaspettato e particolare. Durante l'assaggio la domanda più frequente è quanto aceto è stato aggiunto! Ma di aceto non c'è ombra! È solamente il paziente lavoro dei batteri lattici che producono acido lattico! In un altro post vi racconterò come...

La parte più bella è stata poi la pratica: ognuno aveva un vasetto vuoto che poteva scegliere di riempire con la miscela di verdure ed erbe aromatiche più ispirava!

Cristina aveva procacciato un'amplissima varietà di verdure di stagione: sedano, piselli, cappuccio, zucchine, piccoli peperoni verdi, carote, aglio, rape bianche e cipollotti...il tutto da aromatizzare a piacere con menta, salvia, maggiorana, timo, rosmarino...

Chissà come verranno le produzioni! Io mi son riportata a casa il mio bel barattolone con tutti gli avanzi! Lo osservo con curiosità perché ogni volta è una sorpresa! Ma con questo caldo che finalmente è arrivato tra pochi giorni saranno pronte da assaggiare!

domenica 13 giugno 2010

Appuntamenti

Si parte!
Finalmente ci siamo, ha smesso di piovere, l'insalata è florida nell'orto, ci siamo godute le prime zucchine, la lievitazione del pane corre velocissima e anche il tempo prima della partenza.
Siamo quasi pronte al nostro viaggio "femminile". I GAS di Venezia ci aspettano, io e le mie mostrille abbiamo trovato asilo, indicazioni per sopravvivere nella città, un forno a legna presso l'agriturismo biologico "Papaveri e papere" che accoglierà e cuocerà il pane impastato con la mia pasta acida, sorrisi, sguardi, mani e braccia di chi vorrà incontrarci.
Il laboratorio sul pane a lievitazione naturale è previsto per il 24 giugno dal pomeriggio. Per partecipare contattare Francesca (cittagiardinomarghera at gmail.com).
Dopo Venezia proseguiremo verso la Festa Incontro di AAM Terra Nuova all'Oasi di San Benedetto a Lamoli di Borgo Pace (PU) dal 25 al 27 giugno dove troveremo anche Michela Trevisan e molti degli autori che hanno pubblicato con Terra Nuova Edizioni.
La mattina del sabato guiderò un laboratorio sul pane per bambini ma il programma è strepitoso e ci saranno ampi spazi per incontrarsi e chiacchierare.
Un invito: la tradizione vuole che, fra tutte le cose che si fanno per San Giovanni (raccolta dell'iperico, raccolta delle noci per fare il nocino, fuochi per scacciare gli spiriti maligni e quant'altro), si può anche abbandonare la vecchia pasta acida, non senza ringraziarla per l'impegno, e avviare un nuovo impasto utilizzando la rugiada raccolta nella mattina del 24 Giugno.

Buon lavoro!





mercoledì 2 giugno 2010

un mondo in fermento

Eccomi qui finalmente! Tutti quelli che hanno avuto almeno un'esperienza con le fermentazioni condivideranno che...Questo blog aperto da Annalisa non poteva avere un nome più azzeccato!

Sono una biologa e come tale sono travolta ed affascinata da tutte le forme di vita presenti sulla Terra...anzi, per meglio dire...sono affascinata ed appassionata da come la vita evolve e di come si mantiene. Sono affascinata da come in ogni momento, la vita per mantenersi riesce a trovare un nuovo compromesso ed un nuovo equilibrio.

E le tecniche di fermentazione trovo che siano uno degli esempi eclatanti di equilibrio tra l'uomo e la natura.

Vediamo perché...

Quando utilizziamo la pasta madre, quando mettiamo i crauti a fermentare, quando mettiamo le olive o le verdure in salamoia, troviamo un equilibrio con la natura, con il nostro ambiente, giochiamo d'astuzia!

Questo gioco d'astuzia è nato molti secoli fa, quando i frigoriferi non esistevano, dall'esigenza di poter conservare a lungo gli alimenti soprattutto durante l'inverno.

Sappiamo che se non mangiamo un alimento in tempo prima o poi “va' a male”, ovvero al posto che da noi verrà mangiato da batteri e funghi presenti nell'aria. Gli alimenti fermentano, fanno la muffa!

Nella conservazione dei vegetali, ma anche delle carni (salame, prosciutto, pesci, ecc.) l'astuzia è quella di “addomesticare” i microrganismi ambientali, creare un ambiente in cui sopravvivano meglio i microrganismi (solitamente i lattobacilli, per capirci quelli dello yogurt) che arricchiscono gli alimenti senza deteriorarli. Se questi microrganismi stanno bene, si riproducono e occupano tutto lo spazio non ne rimarrà a disposizione per i microrganismi della muffa e della putrefazione!

In questo modo avremo alimenti più saporiti, più nutrienti, a bassissimo impatto ambientale (pensate quanto consuma la conservazione in congelatore!), ricchi di fermenti lattici indispensabili per il corretto equilibrio intestinale e immunitario.

La strada per avere alimenti conservabili senza rischi, non è solo quella industriale di utilizzare conservanti e disinfettanti, ma anche quella più antica e più ricca del sapiente utilizzo della natura!