raccolto autunnale

raccolto autunnale

mercoledì 2 giugno 2010

un mondo in fermento

Eccomi qui finalmente! Tutti quelli che hanno avuto almeno un'esperienza con le fermentazioni condivideranno che...Questo blog aperto da Annalisa non poteva avere un nome più azzeccato!

Sono una biologa e come tale sono travolta ed affascinata da tutte le forme di vita presenti sulla Terra...anzi, per meglio dire...sono affascinata ed appassionata da come la vita evolve e di come si mantiene. Sono affascinata da come in ogni momento, la vita per mantenersi riesce a trovare un nuovo compromesso ed un nuovo equilibrio.

E le tecniche di fermentazione trovo che siano uno degli esempi eclatanti di equilibrio tra l'uomo e la natura.

Vediamo perché...

Quando utilizziamo la pasta madre, quando mettiamo i crauti a fermentare, quando mettiamo le olive o le verdure in salamoia, troviamo un equilibrio con la natura, con il nostro ambiente, giochiamo d'astuzia!

Questo gioco d'astuzia è nato molti secoli fa, quando i frigoriferi non esistevano, dall'esigenza di poter conservare a lungo gli alimenti soprattutto durante l'inverno.

Sappiamo che se non mangiamo un alimento in tempo prima o poi “va' a male”, ovvero al posto che da noi verrà mangiato da batteri e funghi presenti nell'aria. Gli alimenti fermentano, fanno la muffa!

Nella conservazione dei vegetali, ma anche delle carni (salame, prosciutto, pesci, ecc.) l'astuzia è quella di “addomesticare” i microrganismi ambientali, creare un ambiente in cui sopravvivano meglio i microrganismi (solitamente i lattobacilli, per capirci quelli dello yogurt) che arricchiscono gli alimenti senza deteriorarli. Se questi microrganismi stanno bene, si riproducono e occupano tutto lo spazio non ne rimarrà a disposizione per i microrganismi della muffa e della putrefazione!

In questo modo avremo alimenti più saporiti, più nutrienti, a bassissimo impatto ambientale (pensate quanto consuma la conservazione in congelatore!), ricchi di fermenti lattici indispensabili per il corretto equilibrio intestinale e immunitario.

La strada per avere alimenti conservabili senza rischi, non è solo quella industriale di utilizzare conservanti e disinfettanti, ma anche quella più antica e più ricca del sapiente utilizzo della natura!

1 commento:

  1. Già... che fascino ha l'evoluzione delle forme viventi... "come in ogni momento, la vita per mantenersi riesce a trovare un nuovo compromesso ed un nuovo equilibrio". Anche noi facciamo parte di questa evoluzione e cerchiamo di mantenere noi e il nostro strano mondo in un'equilibrio....mai definitivo ma sempre in divenire!! Mi piace pensare che quando gioco con la mia pasta madre o con crauti e verdure fermentate dò il mio contributo perchè questa evoluzione vada nella direzione di un rapporto armonioso tra le diverse forme di vita! In fondo sia noi che i microrganismi che fermentano i nostri alimenti siamo solo differenti forme della stessa Vita!!

    RispondiElimina